Ed è subito sera

Ed è subito sera Dal punto di vista del contenuto La poesia, che appartiene alla raccolta che da essa prende il titolo, per la sua essenzialità espressiva e per il suo contenuto, è un esempio di poesia della prima maniera, è un testo esemplare della stagione ermetica, quasi un modello limite di quel modo di fare poesia. La lirica nella … Continua a leggere

Alle fronde dei salici

Alle fronde dei salici La poesia, scritta durante la seconda guerra mondiale e precisamente alla fine del ’44, nel periodo più tragico e sanguinoso della nostra storia, quando i Tedeschi condussero numerose operazioni di rappresaglia contro la popolazione civile, pubblicata nel 1947 nella raccolta “Giorno dopo giorno”, è un esempio di poesia del secondo periodo: poesia aperta alla realtà concreta … Continua a leggere

Quasimodo: poetica ed opere

Quasimodo: poetica ed opere Si è soliti dividere la poesia di Quasimodo in due grandi periodi, diversi per tecniche, stile e temi: quello antecedente alla seconda guerra mondiale, e quello seguente alla seconda guerra mondiale. L’anno 1942 rappresenta una svolta fondamentale, segna il momento di apertura della poesia di Quasimodo verso nuove forme e nuovi interessi. Con lo scoppio della … Continua a leggere

Meriggiare pallido e assorto

Meriggiare pallido e assorto Dal punto di vista del contenuto La poesia si basa su una corrispondenza tra il paesaggio ligure, arido e assolato, e il sentimento negativo dell’esistenza del poeta. In un afoso pomeriggio estivo, di fronte a un paesaggio povero e scabro, arso dal sole, il poeta riposa vicino al muro di un orto, è intento a osservare … Continua a leggere

Spesso il mal di vivere e Felicità raggiunta

Spesso il male di vivere di Montale Dal punto di vista del contenuto Nella lirica, inserita nella raccolta “Ossi di seppia”, Montale presenta la sua amara concezione dell’esistenza. In un amaro consuntivo della propria vita, il poeta si accorge di aver incontrato nel proprio viaggio soltanto dolore implacabile e senza ragione che si abbatte indifferentemente su uomini, cose ed animali. … Continua a leggere

Eugenio Montale

Eugenio Montale: la poetica del negativo, del mal di vivere Montale è l’interprete più autentico ed originale della condizione di crisi profonda dell’uomo contemporaneo, di cui trasmette la solitudine, la mancanza di salde certezze e di ideali, il senso di smarrimento. E’ il poeta del mal di vivere, della inutilità della vita, del senso di disagio di vivere dell’uomo in … Continua a leggere

Il secondo 900: caratteri generali e poesia secondo 900

Il secondo Novecento: caratteri generali 1° momento Dal punto di vista storico -fine della seconda guerra mondiale, caduta del razzismo e del fascismo -vittoria della democrazia, trionfo della libertà -bisogno di costruire una nuova società fondata sull’uguaglianza e sull’indipendenza. Dal punto di vista economico -ripresa dell’industria e dell’agricoltura Dal punto di vista sociale -fenomeno dell’emigrazione verso le fabbriche del Nord … Continua a leggere

Ungaretti: poesie di guerra

Ungaretti Poesie di guerra Veglia Un’intera nottata buttato vicino a un compagno massacrato con la sua bocca digrignata volta al plenilunio con la congestione delle sue mani penetrata nel mio silenzio ho scritto lettere piene d’amore Non sono mai stato tanto attaccato alla vita (Cima Quattro, 23 dicembre 1915) San Martino del Carso Di queste case non è rimasto che … Continua a leggere

Ungaretti e l’esperienza della guerra

Ungaretti e l’esperienza della guerra Il rapporto che i poeti hanno avuto con alcuni avvenimenti del proprio tempo è molto importante per capire ed interpretare meglio la storia. Solo la poesia con la sua capacità di cogliere e di interpretare in un modo più profondo la realtà, riesce ad umanizzare gli aspetti della vita, anche quelli più tragici. Solo la … Continua a leggere